Musica come forma di comunicazione nell’autismo

La cooperativa “Piccolo Principe” presenta una ricerca sperimentale su bambini autistici

Oggi, giovedì 2 aprile, è la VIII giornata mondiale di consapevolezza sull’autismo. A Ferrara le iniziative per informare e sensibilizzare la cittadinanza si terranno nel pomeriggio di sabato 4 aprile in piazza Savonarola, ma sono tanti altri i progetti messi in campo per aiutare le famiglie e i bambini ad affrontare questa patologia, ancora troppo poco conosciuta e considerata.

Sabato 21 marzo ha preso inizio una ricerca sperimentale sulla possibilità che bambini con disturbi dello spettro autistico possano utilizzare la musica come forma di comunicazione alternativa al linguaggio verbale. La ricerca bibliografica sull’argomento sintetizza cosi il problema scientifico: “considerata la difficoltà di questi bambini ad esprimere verbalmente le emozioni, come potrebbe esser loro utile la musica?”.

Si tratta dunque di verificare e di documentare, su un campione limitato di bambini, se significati veicolati dalla musica, piuttosto che dal linguaggio verbale una volta riconosciuti ed appresi, possano essere usati come contenuti delle loro intenzioni comunicative.

La ricerca sostenuta dalla cooperativa “Piccolo Principe” con il contributo dei Lions Ferrara Host e patrocinata dall’associazione “Dalla Terra alla Luna” viene condotta da docenti ed esperti nel campo musicale (docenti Giuseppe Bonamico e Roberta Bonini) e monitorata da clinici esperti nella diagnosi e terapia dell’Autismo Infantile (Maurizia Borini, Simone Minichiello e Giovanni Polletta.

Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter
LinkedIn