Un nuovo direttore sanitario per il Piccolo Principe

Giovanni Polletta lascia l'incarico a Micol Busi

Piccolo Principe scs, nasce il 15 aprile del 2014 per volontà di 15 professionisti, uniti dal desiderio di creare un Centro di neuropsichiatria, neuropsicologia e riabilitazione per l’età evolutiva, al servizio della Provincia di Ferrara e di quelle limitrofe. Fra le persone che hanno sognato e contribuito in maniera sostanziale alla realizzazione del Progetto c’è Giovanni Polletta che, oltre ad essere un punto di riferimento per molti componenti del gruppo, ha donato alla cooperativa la propria esperienza, non solo in ambito clinico ma anche formale, ricoprendo due ruoli centrali come quelli del direttore sanitario e del consigliere.

Tali ruoli, in una fase delicata come quella di start-up della cooperativa, assieme alla definizione di tutti i percorsi clinici e le procedure del Centro, si sono mostrati un carico molto importante in termini di responsabilità e di gestione degli aspetti tecnici e relazionali che Giovanni Polletta ha ricoperto in maniera esemplare.

Visto il notevole carico di tali ruoli, dal primo di agosto, il Centro di Neuropsichiatria ha un nuovo direttore sanitario, Micol Busi, audiologa e foniatra.

Busi ha 40 anni è nata e vive a Ferrara, la città dove ha anche svolto tutto il suo percorso di studi: dalla maturità scientifica, al conseguimento della laurea in medicina e chirurgia fino alla specializzazione in audiologia e foniatria nel 2010. Nel 2013 ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienze Biomediche durante il quale ha sviluppato una studio sullo sviluppo del linguaggio nei bambini affetti da ipoacusia congenita portatori di impianti cocleari. Ha lavorato come dirigente medico presso l’Audiologia dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara occupandosi di sordità dell’età infantile e adulta e di otovestibologia ( disturbi dell’equilibrio, vertigini e acufeni).

Lavorerà con le equipe multiprofessionali del Centro fornendo un importante contributo nel processo diagnostico, terapeutico e rieducativo delle patologie dell’età evolutiva. L’audiologo – foniatra è il medico esperto e di riferimento, per i disturbi della parola (disartrie e disfluenze verbali), del linguaggio (afasie nell’adulto e disturbi linguistici in età evolutiva), dell’udito (sordità congenite e acquisite) della voce (disfonie) e della deglutizione (deglutizioni deviate e disfagie).

“Intraprendere questa nuova collaborazione – afferma Busi – è una stimolante occasione per arricchire l’offerta del poliambulatorio con le mie esperienze e competenze. Credo fortemente nel coinvolgimento diretto dei professionisti che appartengono a questo gruppo di lavoro e nella responsabilizzazione di tutti rispetto alle scelte che si intraprendono. A maggior ragione in un momento assai complesso per la sanità che richiederà anche nella nostra provincia scelte innovative che permettano di mantenere un’ offerta adeguata ai bisogni dei nostri cittadini. Forte coesione interna, competenza e crescita professionale dovrebbero essere gli elementi a sostegno di tutte le iniziative che ci vedranno impegnati nei prossimi anni”.

Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter
LinkedIn